mercoledì 29 luglio 2015

Saronno Bene Comune-PSI contro la delibera Fagioli: "intende assumere impiegati amministrativi e non i vigili previsti nel piano assunzionale triennale"

di Giuseppe Nigro, ex Assessore Risorse Umane e Organizzazione della Giunta Porro

Leggo sulla stampa del 29 luglio 2015 l'intervento del sindaco Fagioli di replica al comunicato di Saronno Bene Comune-PSI, uscito in data 28 luglio 2015, in cui mi chiama in causa direttamente per le mia passata attività amministrativa.

In premessa, faccio osservare al Sindaco Fagioli che nel comunicato di Saronno Bene Comune-PSI, non mi pare si metta in discussione la legittimità di costituire uffici posti alla diretta dipendenza del sindaco, semmai viene criticata l'opportunità, che è cosa ben diversa.

Preme invece affermare con chiarezza che la passata amministrazione non ha "demansionato" alcun dirigente

La riorganizzazione del 2011 della struttura di vertice del comune che ridusse la pianta organica da 7 a 5 dirigenti con i risparmi conseguenti, portò alla costituzione del Settore Sicurezza Protezione Civile. Il dirigente preposto al settore aprì a chiusura di legislatura un contenzioso per demansionamento, ma non risulta a chi scrive che il giudice del lavoro abbia riconosciuto le sue richieste. 

Se il sindaco Fagioli ha mediato soluzioni extragiudiziali con il dirigente è nelle sue facoltà, ma è altro rispetto a presunti demansionamenti non dimostrati. Pertanto che il sindaco abbia risparmiato 230.000 euro è una sua convinzione, non suffragata da alcuna attestazione formale.

Sulla "quinta figura da fuori", presumo che il sindaco Fagioli alluda all'incarico affidato alla dirigente proveniente dal settore Servizi Sociali del comune di Voghera per ricoprire il posto rimasto vacante nel 2012, dopo il pensionamento dello storico dirigente saronnese che ne occupava l'ufficio. Come è noto, il settore servizi sociali rappresenta una attività sensibile dell'ente locale in cui necessitano specifiche professionalità. Da qui la scelta di provvedere con un incarico a persona competente.
Trovo di cattivo gusto, non foss'altro per l'onorabilità della dirigente dei servizi sociali che ha ricoperto validamente la funzione fino a quando è rimasta in servizio, l'allusione sui miei presunti rapporti di amicizia. Il sindaco Fagioli avrebbe potuto risparmiarsi una indubbia caduta di stile verso una signora. Certo è - come mio costume - ho intrattenuto rapporti professionali e di civiltà con la dirigente in questione,  come del resto con tutto il personale del comune.

Il sindaco Fagioli, infine fa conti un po' strani, per cui confonde gli stipendi (spese correnti) con gli investimenti. Per il momento, come si capisce dal suo intervento, intende assumere impiegati amministrativi e non i vigili previsti nel piano assunzionale triennale. Mi pare una contraddizione grave per un tribuno della sicurezza.  

L'accusa secondo cui non mi sarei "interessato dei soldi" è grave, quanto destituita di fondamento. Colgo l'occasione per ricordare che il rigore nella politica del personale (anche quello dirigente) ha portato nel quinquennio 2010-2015 ad un risparmio in termini assoluti di più di 2.000.000 di euro, contribuendo non poco a mantenere in ordine i conti del comune. 

Trovo quindi del tutto fuori luogo le accuse del sindaco Fagioli. Dimostri di perseguire la strada della riorganizzazione e dei risparmi ancora possibili sulla organizzazione del comune. E' una strada faticosa, ma inevitabile, se vorrà amministrare bene i denari dei saronnesi. Dimostri di valorizzare le professionalità di cui dispone il personale in servizio, assuma i vigili urbani previsti dal piano triennale delle assunzioni. 
Tanto dovevo per verità ai cittadini saronnesi.

martedì 28 luglio 2015

Giunta Fagioli? Sprecona.

Nella seduta di giunta del 23 luglio 2015, la giunta di Saronno all'unanimità ha votato una delibera con cui è stato deciso di costituire  l'ufficio di staff del sindaco.

Iniziamo con il dire che laddove i sindaci hanno stabilito di adottare simile provvedimento organizzativo hanno contemporaneamente ridotto il numero di assessori. Nel caso di Saronno, invece, ci troviamo in presenza di una giunta di 7 assessori (massimo previsto dalle legge) con l'evidente aggravio di costi e pure l'aggiunta di uno staff del sindaco, fortemente voluto dallo stesso, come recita la delibera.

La delibera 159, del 23.07.2015, in un colpo solo modifica la dotazione organica e il piano di assunzione triennale del Comune di Saronno. Con la prima scelta si opera in controtendenza rispetto alla passata amministrazione che aveva contenuto le spese di personale per raggiungere un rapporto ottimale tra spese generali e spese del personale; con la seconda scelta si privilegia l'assunzione di personale esterno invece di valorizzare quello interno.

Su quest'ultima questione diremo che il settore della segreteria generale per numerosità e professionalità del personale non ha bisogno di apporti esterni. Tutt'altro. La scelta lascia intendere che l'amministrazione leghista abbia scarsa fiducia del personale del Comune di Saronno. Pertanto l'assunzione di due categorie C1, seppure a tempo determinato e a tempo parziale rappresenta un autentico spreco.

Ci chiediamo, inoltre, come l'amministrazione Fagioli, che dice di essere attenta ai temi della sicurezza, non abbia ritenuto, come primo atto in materia di personale assumere i due vigili urbani previsti dal piano assunzionale triennale che invece sta modificando per selezionare personale "amico".

Sull'assunzione di un dirigente per esercitare la funzione di indirizzo e controllo per conto del sindaco, una figura in buona sostanza di direttore generale mascherato, ci pare una sorta di dichiarazione pubblica di incapacità del sindaco e della sua giunta. Per le dimensioni del comune di Saronno, la scelta di costituire uno staff del sindaco appare inutile e spropositata.
È noto che la funzione di indirizzo e controllo riguarda il piano del vertice politico-amministrativo, delegarlo a un funzionario, in presenza di una organizzazione complessa, in cui sono presenti dirigenti, posizioni organizzative, funzionari e dipendenti, oltre alle strutture funzionali esterne, vuol dire costruire, con buona probabilità, le premesse per il disimpegno e la deresponsabilizzazione della macchina comunale.

I costi di questa operazione si aggirano intorno a euro 125.000 che andranno a gravare sul bilancio del comune di Saronno e sulle tasche dei saronnesi. Restiamo stupiti come la tecno struttura, responsabile del personale e delle risorse finanziarie, cui è nota la situazione di bilancio, si sia acconciata prontamente corrispondere al potere politico, invece di rivendicare l'autonomia gestionale che compete all'apparato.

Ritorneremo presto sui costi della nuova giunta, non appena avremo le dichiarazioni sullo stato professionale e le dichiarazioni dei redditi degli amministratori per calcolare quanto ci costano.  Abbiamo quasi la certezza, sin d'ora, che le spese per contributi INPS siano aumentate.  

PSI-Saronno Bene Comune

lunedì 6 luglio 2015

L'Omm del cantόn

Chi era l'omm del cantόn

Un amico paterno con cui abbiamo condiviso un interesse comune: l'amore per la città degli amaretti. Si era messo in un canto. Discreto. Osservava il borgo con occhi arguti e vivi. Pungente e ironico. Quando necessitava metteva in azione il maglio. Senza sconti per nessuno.

Quanto accaduto con le recenti elezioni impone il ritorno dell'omm del cantόn. Qualcuno pensava di averlo rottamato, come si usa dire, in questa epoca. Ritorna invece al servizio della città.   

Intanto incomincia con il dire che i fagioli assunti in modo esagerato producono effetti devastanti. Se due fratelli occupano la posizione di sindaco e quella di presidente del Consiglio comunale sarà soddisfatto certamente il padre, risarcito di vent'anni di frustrazioni, ma non certo i cittadini. Fin qui siamo al cosiddetto familismo amorale dei padani e/o italiani come faceva osservare un noto politologo americano.

Una ulteriore prima battuta. Che dire dell'apertura della Piazza del Santuario alle automobili per il primo consiglio comunale dell'era Fagioli? Perché il comandante della polizia locale non ha applicato l'ordinanza che lui stesso ha emesso? Se il buongiorno si vede dal mattino…